Top
Image Alt

Lo Scatolone Scientifico

Giochi scientifici ed esperimenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.googol.it/home/wp-content/plugins/edge-cpt/shortcodes/section-title/section-title.php on line 274

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.googol.it/home/wp-content/plugins/edge-cpt/shortcodes/section-title/section-title.php on line 282

La storia dello scatolone scientifico

Negli ultimi anni l’Associazione Googol ha tenuto corsi di aggiornamento per insegnanti e interventi nelle scuole sui seguenti temi

Uno scatolone scientifico presentato al convegno “Pedagogie d’acqua”

Negli ultimi anni l’Associazione Googol ha tenuto corsi di aggiornamento per insegnanti e interventi nelle scuole sui seguenti temi:

  • acqua
  • aria
  • luce e colore
  • elettricità e magnetismo
  • forze e movimento
  • energia
  • risparmio energetico
  • astronomia
  • il sole e le stelle
  • matematica e geometria
  • misure
  • materiali e loro proprietà
  • rocce e cristalli
  • un posto per tutti (terrari, mangiatoie, acquari, giardini in miniatura, acquacolture, muffari ed altro).
  • rifiuti

L’assenza di laboratori scientifici nella maggior parte delle scuole del territorio unita alla necessità di trasportare nel minor tempo possibile il materiale in luoghi diversi ha spinto l’associazione e le scuole alla realizzazione di “scatoloni scientifici” facilmente trasportabili in diversi contesti o all’interno di una stessa scuola. Grazie ad una donazione privata ed al contributo del Dipartimento di Fisica dell’Università di Parma, diversi scatoloni sono stati distribuiti nelle scuole della provincia di Parma e sono così diventati il primo nucleo di un laboratorio scientifico realizzato con materiale povero. Altri scatoloni scientifici sono stati realizzati e sperimentati in collaborazione con l’ INFM (Istituto Nazionale di Fisica della Materia) di Genova nell’ambito del progetto ministeriale ORA (Osservazione-Riflessione-Apprendimento)

Cosa contiene uno scatolone scientifico

Per ciascun argomento, lo scatolone scientifico contiene il materiale, i giochi e gli strumenti necessari a seguire tutti i percorsi suggeriti dalle schede associate al materiale.
Le schede illustrano quali esperimenti possono essere svolti, i tempi necessari per svolgerli, i percorsi (differenziati a seconda delle classi) in cui ciascun gioco può essere inserito. Inoltre ciascuno scatolone contiene anche alcuni spunti e schede da utilizzare direttamente sul campo, compresi giochi ed attività connessi con l’argomento trattato (per esempio giochi di ruolo o di gruppo)

Le schede contengono la descrizione di tutti gli esperimenti e di altri esperimenti realizzabili sempre con lo stesso materiale o con materiale di recupero facilmente reperibile a scuola.
Nel caso della scuola dell’infanzia il contenuto dello scatolone e i giochi proposti si discostano da quelli precedentemente proposti privilegiando l’esperienza a tutto campo e le attività senso-motorie.
In tutti i casi gli esperimenti sono proposti in modo molto diverso a seconda dell’età degli studenti.

Lo Scatolone dell'energia solare

estratto dello “Scatolone dell’energia” e dello Scatolone del Sole”

  • Non è sempre facile diventare verdi ( importanza del sole per la fotosintesi)
  • Osservo il sole e come scalda (analisi quantitativa e qualitativa)
  • Come cuocere uno spiedino utilizzando l’energia solare (costruzione di un semplice fornello ad energia solare).
  • Un altro forno a energia solare costruito con la scatola della pizza.
  • Come cuocere un uovo utilizzando l’energia solare (cottura di un uovo utilizzando l’energia solare e il cosiddetto effetto serra)
  • Un mulino a energia solare (per effetto del riscaldamento dovuto ai raggi del sole le pale di un particolare mulino possono mettersi in moto).
  • Sistema per produrre acqua calda sul davanzale della classe (se esposto al sole)
  • Finalmente posso guardare il sole! (uno strumento per osservare l’immagine del sole su un foglio di carta)
  • Il Sole è una stella (un gioco per scoprire perché il sole è una stella apparentemente cos’ speciale).
  • Gioco di ruolo sul sole e le fonti di energia alternative e non inquinanti(gioco di gruppo con regole del gioco, carte e istruzioni per avvicinare l’intera classe alla scoperta delle fonti di energia alternative e rinnovabili).

Lo scatolone dell’acqua

Lo “scatolone dell’acqua” attualmente in uso contiene il materiale per svolgere i seguenti esprimenti:

  • Spinta di Archimede con dinamometro
  • Giochi sul galleggiamento.
  • Costruzione di modellini di barche e navi (materiale e istruzioni per costruirne alcune).
  • I sommergibili (modello semplice, modello elaborato)
  • Esperimenti sulla tensione superficiale.
  • Esperimenti sulla pressione dell’acqua e sull’acqua (tubo a L, cilindro forato, barchetta a reazione, acqua che sale nella bottiglia).
  • Un modellino della molecola d’acqua.
  • Tubi e stantuffi- travasi d’acqua.
  • Giochi sulla capillarità.
  • Fontana di Erone
  • Turbina ad acqua (due tipi)
  • Il ciclo dell’acqua (diverse possibilità, la più interessante in un palloncino, la più semplice con pentola e forellino).
  • Il bastone della pioggia.
  • Terra e acqua (cottura della terra).
  • Costruzione di mattoni di terra.
  • Acqua e altri liquidi (acqua e olio, alcool e olio, acuqua-alcool-olio, gioco con acqua olio e sale)
  • Le polveri e l’acqua.
  • Materiali permeabili e materiali impermeabili.
  • L’acqua e la vita (le teste capellone e le teste calve…i capelli sono erba e crescono solo se bagnati).
  • Idrocoltura
  • Le piogge acide-introduzione al pH
  • Pluviometro.
  • Comportamento dell’acqua su diversi tipi di terreno.
  • Torrente con meandri.
  • Filtro per acqua sporca

Le schede contengono la descrizione di tutti gli esperimenti e di altri esperimenti realizzabili sempre con lo stesso materiale o con materiale di recupero facilmente reperibile a scuola.
Nel caso della scuola dell’infanzia il contenuto dello scatolone e i giochi proposti si discostano da quelli precedentemente proposti privilegiando l’esperienza a tutto campo e le attività senso-motorie.
In tutti i casi gli esperimenti sono proposti in modo molto diverso a seconda dell’età degli studenti.