chi siamo chi siamo chi siamo chi siamo chi siamo


Sophie
e la visita oculistica

by Lara Albanese

Quel giorno Sophiee era proprio di cattivo umore: doveva andare a fare un controllo della vista ed aveva un po' di paura.

Quando entrò nell'ambulatorio l'infermiera cercò di tapparle un occhio per controllare se dall'altro Sophie vedeva bene.
Sophie si mise a urlare così forte che l'infermiera decise di rimandare il controllo di qualche settimana.
- No e poi no! - strillava Sophie - io non voglio farmi tappare un occhio, perchè ci vedo benissimo! -


Tre settimane dopo Sophie e sua mamma Rosemary andarono di nuovo all' health centre. L'umore di Sophie era ancora peggiore di quello della prima volta: era triste e terribilmente arrabbiata. Perchè volevano tapparle un occhio, perchè non la lasciavano a casa a giocare in pace.

Sophie e Rosemary si sedettero nella sala di aspetto e gli occhi di sophie caddero su una signora che era assolutamente orribile: is suoi occhi erano talmente strabici che poteva guardare solo la punta del suo naso che non era neanche un bel naso.


Sophie essendo una bimba molto curiosa le chiese subito:
- Perchè i tuoi occhi sono così...come dire...storti? Con gli occhi a quel modo ci vedi o non ci vedi?-

La Brutta Signora rispose:
- I miei occhi sono così perchè quando ero piccola non mi sono voluta mettere gli occhiali e adesso posso vedere solo la punta del mio naso, non posso vedere il cielo e non posso guardare il mare e neanche la televisione -

-Neanche la televisione!!? - esclamò Sophie terrorizzata - e neanche i cartoni di Rosie and Jim e del Pstman Pat? -
- No neanche i cartoni - disse la signora - guardandosi sempre la punta del naso-

- Ma è proprio sicura ? - chiese Sophie, che non voleva diventare brutta come la signora della sala di aspetto e soprattutto non voleva rinunciare ai cartoni animati. Non solo, ma se anche le avessero detto di mettere subito un paio di occhiali o di tenere tutto il giorno un occhio bendato lo avrebbe fatto ben volentieri. Con un occhio bendato avrebbe potuto dire a tutti di essere una piratessa. Non era poi così male!

Quando divenne grande Sophie continuò a vederci benissimo, ma visto che gli occhiali le piacevano molto si comprò un paio di occhiali da sole rosa che le stavano davvero bene.

Solo quando compì centotrentotto anni e divenne nonna di quindici nipotini dovette mettere gli occhiali da vista, ma se anche le avessero detto di metterli da giovane sarebbe stata ben contenta di farlo pur di non essere costretta a guardare solo la punta del proprio naso.

.

 


Associazione Culturale Googol, Via Don Milani 20 - San Michele Tiorre, Felino (PR) - P.IVA 02114870344
- web by e-project